Le diverse età della superficie terrestre

La crosta della Terra è formata da un mosaico di placche tettoniche in lento ma costante movimento. Esistono 6 grandi placche e molte più piccole, e possono interagire in modi diversi. Esistono infatti 3 tipi di confine tra le placche: i margini possono essere a scorrimento laterale, divergenti o convergenti. Ma capiamo bene come funziona e quali sono le differenze: i margini convergenti corrispondono al punto in cui due placche diverse si scontrano; lungo i margini a scorrimento laterale le placche si muovono una di fianco all’altra senza creare o distruggere crosta terrestre; lungo i margini divergenti, infine, le placche si allontanano l’una dall’altra generando così nuova crosta terrestre grazie alla lava presente sotto la superficie.

Ed è così che la superficie terrestre, a seconda delle caratteristiche e del movimento della placca, può essere più o meno giovane. Nella mappa qui sotto, elaborata dal National Geophysical Data Center della NOAA, in rosso vengono evidenziate le zone in cui la crosta terrestre è giovane, mentre nelle zone evidenziate in viola le zone più vecchie. Pensate che sono davvero poche le zone in cui il fondo marino è più vecchio di 150 milioni di anni ed il Mediterraneo è uno di queste: qui il fondo marino arriva anche fino a 280 milioni di anni.