Perché abbiamo freddo? I consigli per combattere il gelo

L’Italia, come molti altri Paesi europei, è sottoposta durante l’anno a sbalzi di temperatura notevoli: non è strano infatti che mentre a Torino piove con 5 o 6°C di temperatura massima, nello stesso momento in Sicilia venti di Scirocco portino la colonnina di mercurio ben oltre i 20°C!

Per la geografia del nostro Paese e per la facilità con cui è possibile spostarsi oggi, siamo noi stessi sottoposti a sbalzi di temperatura e il primo problema che incontriamo quando inizia a fare freddo è la difficoltà a mantenere la temperatura interna del nostro corpo intorno ai 37°C.

Naso, mani e piedi freddi: quando fa freddo il sangue circola meno!

freddo2

Un modo fondamentale con cui il nostro corpo può difendersi è connesso al sistema cardiovascolare, cioè alla circolazione del sangue. Quando fuori fa freddo il corpo tende a trattenere il calore, soprattutto in prossimità degli organi vitali come cuore, polmoni, cervello e fegato.

Per fare questo, restringe i vasi sanguigni periferici di volto, piedi e mani (fenomeno chiamato vasocostrizione), cercando così di tenere il sangue caldo lontano dall’epidermide più esposta al freddo esterno. E’questo il motivo per cui quando fa freddo abbiamo la pelle più pallida e chiara!

Brividi e riserve energetiche: attento a come mangi!

freddo3

Oltre che con la vasocostrizione, il nostro corpo si difende tremando: in questo modo attiva il lavoro dei muscoli che muovendosi producono calore. E sempre per produrre calore, il corpo esposto al freddo brucia le proprie riserve energetiche, ma per poterlo fare è ovviamente necessario che sia rifornito della giusta “benzina”.

Un’arma importante per combattere il freddo è infatti l’alimentazione. Chi ha in programma di passare molte ore all’aperto per lavoro o svago non può dimenticare di portare con sé bevande calde in un thermos e alimenti ricchi di zuccheri, come il cioccolato e i biscotti.

Frutta e verdura sono di fondamentale importanza per quell’apporto di sali e vitamine, che costituiscono una vera e propria protezione naturale. Non va dimenticato anche di bere molto, soprattutto per equilibrare la carenza di liquidi a cui vanno incontro gli strati superficiali del corpo. Il freddo e l’umidità sono anche causa di disidratazione della pelle.

Vestiti a strati per combattere il gelo!

freddo4

Oltre all’alimentazione il metodo più ovvio da utilizzare per combattere il freddo è l’abbigliamento. Ecco allora qualche consiglio utile e qualche curiosità per scegliere i capi giusti.

  1. indossa indumenti a strati sovrapposti (canottiera, maglietta, maglione, gilet, giaccavento…) è molto più efficace che indossare solo due capi molto pesanti;
  2. evita un abbigliamento troppo attillato: la pelle ha sempre bisogno di respirare;
  3. preferisci cotone e lana ai materiali sintetici che non fanno traspirare la pelle
  4. mantieni il più possibile il corpo e gli abiti asciutti;
  5. ricorda che la lana mantiene le proprie capacità isolanti anche quando è bagnata, a differenza del cotone che si bagna molto facilmente;
  6. presta molta attenzione alle mani: come spiegato, sono molto sensibili al freddo, indossa quindi dei guanti.
  7. Anche i piedi soffrono molto: in casi estremi conviene indossare due paia di calze, una di lana e una di cotone;
  8. la testa la parte del corpo che in proporzione disperde maggiormente il calore: i berretti di lana, dotati eventualmente di para-orecchie, possono essere indispensabili!
  9. Anche la sciarpa è essenziale sia per bloccare la perdita di calore dal collo sia per tenere calda una parte del corpo spesso colpita dai vari mali di stagione. L’aria secca e fredda che respiriamo in inverno dal naso e dalla bocca contribuisce infatti non poco a far ammalare il nostro sistema respiratorio