Riscaldamento globale: è stato il secondo Aprile più caldo di sempre

La conferma dai dati della NOAA: è stato globalmente il secondo Aprile più caldo di sempre. Ad oggi sono 388 mesi consecutivi di caldo anomalo.

La temperatura media globale continua ad aumentare

Nel mese di Aprile l’anomalia termica è stata di 0,90°C superiore rispetto alla media del XX secolo. Si tratta del secondo Aprile più caldo dal 1880, superato solo dall’Aprile del 2016 (+1.07°C). Ma quello che fa riflettere è il fatto che il riscaldamento globale sembra procedere senza sosta. Basti pensare che è da 388 mesi consecutivi che le temperature medie globali restano sempre superiori alla media del ventesimo secolo. Un’eternità. Praticamente è dal dicembre del 1984, ultimo mese in cui la temperatura globale è stata inferiore alla media, che la Terra continua inesorabilmente a surriscaldarsi. Ed Aprile è solo l’ultimo della serie.

Le temperature medie sono rimaste oltre la norma in gran parte del Mondo (zone evidenziate in rosso nelle mappa), con i picchi più alti raggiunti nelle zone più a nord dell’emisfero settentrionale come il nord-est dell’Asia e l’Alaska dove l’anomalia è stata di +3 o, addirittura, +4 gradi. L’anomalia è più marcata se si considerano solo le terre emerse (+1,37°C) mentre considerando solo gli oceani l’anomalia scende a +0.73°C, una anomalia che comunque piazza questo mese al secondo posto tra i mesi di Aprile più caldi dal 1880.

Anomalia temperature Aprile 2017 Anomalia temperature Aprile 2017

Nonostante ciò in alcune zone l’anomalia è stata negativa (zone colorate in blu nella mappa). Ciò significa che in alcune parti del Canada, del Sud America, della Scandinavia e dell’Europa centro-orientale, così come nella Russia e Australia più occidentale le temperature sono state mediamente più basse del normale. Nell’Europa centro-orientale, secondo l’analisi regionale della NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration), questo mese è stato il più fresco dall’Aprile del 2003.

Ma in Italia? Nel nostro Paese il mese di aprile, diviso tra una fase di caldo eccezionale e ondate di gelo, è rimasto in linea con i mesi precedenti, quindi ancora una volta più caldo e secco del normale.