Riscaldamento globale: maggio 2017 è stato il secondo più caldo di sempre

Lo scorso mese di maggio è stato il secondo più caldo della storia dopo il maggio del 2016. Il Pianeta è stato di +0,88°C più caldo del normale. Da un Polo all’altro, il caldo anomalo non ha risparmiato quasi neanche un angolo della Terra. I picchi più significativi tra Europa occidentale e Nordafrica (anomalia compresa tra +2 e +4 gradi con picchi nelle zone interne dell’Africa nord-occidentale), tra Alaska e Canada, tra medio oriente ed i settori centrali dell’Asia e in Antartide dove l’anomalia è schizzata fino a +7.1°C.

Se l’anno scorso eravamo alle prese con gli effetti del Nino, che spiegava tali temperature, quest’anno vista la sua assenza l’anomalia registrata è ancora più eclatante. L’ultima stagione, primavera per l’emisfero settentrionale e autunno per l’emisfero meridionale, è stata la seconda più calda di sempre dopo il 2016 e secondo la NASA con tutta probabilità quest’anno seguirà la stessa sorte, finendo per essere al secondo gradino del podio degli anni più caldi.

I livelli di anidride carbonica nel mese di maggio hanno raggiunto livelli eccezionalmente alti, valori record di 409,65 parti per milione registrati dal Mauna Loa Observatory. Un dato che non può non essere considerato perché si tratta di una ulteriore conferma di quanto stiamo vivendo. Il cambiamento climatico stia viaggiando ad un ritmo impressionante e, ogni mese, purtroppo ne abbiamo la conferma.