Un paradiso tra i rifiuti

Nel cuore dell’oceano Pacifico meridionale, lontano dalla civiltà, c’è un’isola verde smeraldo circondata da meravigliose spiagge bianche. Nonostante sia un’isola disabitata, questo paradiso remoto ha un problema: la spazzatura.

Sulle spiagge dell’isola corallina Henderson, c’è la più alta concentrazione di rifiuti del mondo. Secondo un recente studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, l’isola si trova proprio al centro di una spirale di correnti oceaniche, una posizione “ideale” per raccogliere tutti i rifiuti trasportati dalle correnti dalle Americhe fino a qui.

In questa immagine scattata dal radiometro ASTER della NASA si vede l’isola di 37 chilometri quadrati interamente coperta di vegetazione. Quest’isola si trova a 200 chilometri dal centro abitato più vicino e grazie alla lontananza dell’uomo qui si sono sviluppate specie animali e vegetali uniche al mondo: su questo paradiso si trovano 10 piante endemiche e 4 specie di uccelli che non è possibile trovare altrove. Grazie a questa ricchezza naturale l’UNESCO nel 1988 ha inserito l’isola nei siti patrimonio dell’umanità.