Arriva l’alternativa alla Plastica

E’ stato inventato un materiale camaleontico: cambia aspetto senza perdere la sua forma originaria. Di che cosa stiamo parlando? Nessuna specie rara, stiamo parlando di un materiale innovativo chiamato “Infinitely” che un giorno potrebbe sostituire la plastica.

La plastica che usiamo oggi è facile, conveniente, economica e di lunga durata ma non siamo molto bravi nel riciclarla come si deve. Si stima che solo il 9% della plastica prodotta venga effettivamente riciclata. Il resto finisce nelle discariche, o, ancora peggio, finisce disperso nell’ambiente, in mezzo agli oceani e perfino nella Fossa delle Marianne.

Ma forse le cose potrebbero migliorare. Questo nuovo materiale è fatto da una lunga catena di molecole (polimero) e per questo assomiglia molto alla plastica, ma ha delle caratteristiche uniche che lo rendono un sostituto perfetto. É robusto e resistente come la plastica ma, a differenza sua, può essere trasformato un’infinità di volte senza troppa fatica. La plastica che usiamo oggi, infatti, è sì riciclabile, ma per farlo bisogna usare sostanze tossiche e procedure complesse e più costose. Questo materiale, invece, ritrova la sua forma originaria molto più facilmente. Per questo motivo viene definito un materiale dal “ciclo vitale circolare“, perché è plasmabile all’infinito.

Sicuramente si tratta di una soluzione interessante per il futuro.