Tag: Pirellone di Milano

Falchi Pellegrini sul tetto del Pirellone di Milano
Falchi Pellegrini sul tetto del Pirellone di Milano

La magia di osservare in diretta i falchi pellegrini a 125 metri di altezza! Questa domenica la falchetta, Giulia, ha deposto il suo primo uovo, quindi anche quest’anno si ripeterà l’emozionante esperienza di assistere in real time alla nascita dei pulli (così si chiamano i piccoli dei rapaci), al loro accudimento e alle lezioni di volo dei genitori.

La coppia di falchi pellegrini che ha trovato casa sul tetto del Pirellone di Milano anche quest’anno regalerà uno spettacolo incredibile. Grazie alle webcam puntate proprio sul nido è possibile osservare i falchi ogni giorno dell’anno, senza dargli fastidio. Il nido artificiale, preparato da due naturalisti, ospita la coppia di falchi dal 2016, ma prima di allora, hanno nidificato nel maggio del 2014 quando due pulcini vennero casualmente ritrovati durante dei lavori di manutenzione al piano dei servizio tecnici, nel sottotetto del Grattacielo Pirelli. 

Guarda in diretta i due Falchi Pellegrini nel loro nido sul Pirellone di Milano:

Dal 2016 ad oggi la coppia di Falchi Pellegrini, chiamati Giò e Giulia è stata osservata nei momenti più belli: dal corteggiamento alla deposizione dell’uovo, dalla nascita dei pulli (i pulcini dei rapaci) al loro primo emozionante volo. La loro lovestory del 2017 è stata documentata qui con tanto di foto dei momenti più importanti della coppia. Uno spettacolo unico.

Conosciamo meglio i Falchi Pellegrini

Il falco pellegrino è un rapace molto fedele: quando trova  l’anima gemella non la lascia più! Inoltre i falchi pellegrini tengono molto alla propria casa: una volta trovato il nido giusto è difficile che lo cambino. Sul sito dedicato PellegriniMilano.org spiegano che in Inghilterra esistono dei nidi di Pellegrino che sono stati usati per centinaia o migliaia di anni, addirittura dal Medioevo fino ai giorni nostri!

Il falco pellegrino è un rapace della famiglia dei falconidi, diffuso praticamente in tutto il mondo. Si chiama “pellegrino” perché il piumaggio sul capo ricorda il copricapo scuro che, nel Medioevo, indossavano i pellegrini nei loro lunghissimi e impervi viaggi lungo le vie della devozione in tutta Europa. Il falco pellegrino è uno degli uccelli più veloci al mondo: l’apertura alare può variare tra gli 80 fino ai 120 centimetri e in picchiata può raggiungere i 320 chilometri orari! Il falco pellegrino è un super-predatore  e si ciba anche di altri uccelli di medie dimensioni come, ad esempio, i piccioni.

I falchi femmina hanno dimensioni più grandi rispetto ai maschi e depongono dalle 2 alle 4 uova. Piuttosto intolleranti ai rumori dell’uomo, di solito nidificano su rocce scoscese o in nidi abbandonati di altri rapaci.

Falcopellegrino