Tag: sabbia

In Giappone la Spiaggia delle Stelle
In Giappone la Spiaggia delle Stelle

Polvere di stelle. Ci troviamo nella prefettura giapponese di Okianawa. Qui in bellissime spiagge con acqua cristallina troviamo una sabbia dorata molto particolare. I granelli di sabbia della spiaggia di Hoshizuna-no-Hama sull’isola di Taketomi sono delle piccole stelle. In effetti si tratta di minuscoli protozoi della famiglia dei Foraminiferi, organismi marini i cui esoscheletri arrivano sulla spiaggia, trasportati dalla corrente. Le minuscole stelle non più grandi di un millimetro secondo una leggenda locale sarebbero la prole della Croce del Sud e della Stella Polare.

Quando si osservano queste minuscole stelle bisogna considerare che queste sono tra i fossili più antichi che l’uomo può trovare. Secondo i biologi esistono tracce della loro esistenza già 500 milioni di anni fa. Il momento migliore per andare in cerca di queste stelline? Dopo il passaggio di un tifone, quando l’oceano, mosso dalla forza delle onde e del vento, riesce a trasportarle sulla riva.

spiaggiastelle

Nuvola di sabbia sul Mar Rosso
Nuvola di sabbia sul Mar Rosso

Una nuvola di sabbia sorvola il Mar Rosso. Di che cosa si tratta? Spesso in questa zona del mondo capita di vedere sbuffi di sabbia sollevate nell’atmosfera sul Mar Rosso. Questo fenomeno è piuttosto frequente in questa zona, ed è proprio per questo che è interessante. Non si tratta di un evento casuale o raro, ma quasi di una costante. La sabbia, spiega la NASA, viene sollevata verso est sulla superficie del mare per poi piegare improvvisamente verso sud.

Ma come mai c’è così tanta sabbia nell’aria? Durante l’estate in Sudan le condizioni meteo e le tempeste di sabbia vengono condizionate dall’afflusso di aria umida proveniente dalle foreste a sud-ovest. L’aria molto umida proveniente da queste zone viaggia verso nord e verso est raggiungendo le zone più a nord, molto più calde e secche. Quando l’aria umida si scalda, sale molto velocemente nell’atmosfera scatenando temporali e forti venti che sollevano sabbia in molte zone del Paese.

Il secondo ingrediente è l’acqua. In questa zona fiumi e laghi si formano nella stagione umida e si prosciugano durante la stagione secca. Il processo di evaporazione dell’acqua lascia al suolo una sabbia molto fine che il vento riesce a sollevare facilmente.
Ed è così che si forma spesso e volentieri questo sbuffo di sabbia trasportato dai venti sul Mar Rosso.